13 set 2016
settembre 13, 2016

CONTRACCEZIONE MITI BIZZARRI E BUFALE

settembre 13, 2016 0 Comment
facebookgoogle_plus

CONTRACCEZIONE MITI BIZZARRI E BUFALEOggi quello della contraccezione sembra essere un argomento quasi scontato che fa parte della realtà quotidiana di molte donne e molti uomini.
In realtà su di esso circolano molte bufale che, seppur ad alcuni possono sembrare stupide, in realtà passano per verità soprattutto agli occhi di molti giovani. Ci sono ancora delle persone che si fanno influenzare da queste leggende metropolitane e, complice la poca conoscenza e la scarsa informazione, i comportamenti e le scelte in fatto di contraccezione sono spesso dettati proprio da queste, creando non pochi problemi per quanto riguarda gravidanze indesiderate e spesso anche per la salute e………

l’igiene intima.
Passiamo in rassegna queste false credenze e sfatiamole!
Non si può restare incinta durante il ciclo mestruale. FALSO! Primo e diffusissimo mito da sfatare. Generalmente durante il ciclo non si ha ovulazione e quindi il rischio di concepire è molto più basso, ma non per questo nullo. E’ un fatto raro, questo è vero, ma può accadere di rimanere incinta sia durante le mestruazioni che la settimana seguente al flusso. Tutto dipende dalla durata del ciclo e dai periodi dell’ovulazione: quest’ultima può anche coincidere con il flusso mestruale, provocando così il rischio di una gravidanza!
Se non si ha una penetrazione completa del pene nella vagina, allora non resti incinta. FALSO! Anche questa è una falsa e pericolosa credenza. Non è vero, perché dal pene – durante la fase dell’eccitazione – può fuoriuscire del liquido seminale.
Se non si raggiunge l’orgasmo non si rimane incinte. FALSO! Il concepimento non ha nulla a che fare con il piacere. Orgasmo o no le possibilità di rimanere incinte sono esattamente le stesse quindi lasciatevi andare e godetevi tutto fino in fondo, ovviamente prendendo le “giuste precauzioni” se non volete diventare mamme.
La prima volta non si può rimanere incinte. FALSO! Le possibilità di rimanere incinta sono sempre le stesse. Dal momento e finché una donna ovula, non si è mai né troppo giovani né troppo grandi.
Il coito interrotto è un metodo contraccettivo infallibile. FALSO! Il coito interrotto, cioè la pratica secondo cui l’uomo ritira il pene dalla vagina pochi attimi prima dell’eiaculazione, ha una percentuale di sicurezza piuttosto bassa. Il liquido che fuoriesce prima di eiaculare può contenere spermatozoi. Per il maschio, inoltre, questo metodo “contraccettivo” richiede un’ottima padronanza del proprio corpo, allo scopo d’interrompere il rapporto al momento opportuno. Inoltre, dopo un primo rapporto sessuale – in cui viene eseguita la pratica del coito interrotto – è possibile che alcuni spermatozoi rimangano incastonati nell’uretra. In assenza di una igiene intima accurata, un contatto sessuale immediatamente successivo può esporre ancor più la partner al rischio di gravidanza.
Non si può restare incinta facendo petting. FALSO! Il rischio di restare incinta durante il petting è sicuramente molto basso, ma non inesistente: può capitare, infatti, che durante quelle “carezze” lo sperma venga a contatto con la vagina anche senza penetrazione.
Se lui si masturba qualche ora prima di un rapporto, non può mettere incinta la compagna perché ancora non si sono creati nuovi spermatozoi. FALSO! Strafalso: non si possono stabilire dei tempi per la produzione di spermatozoi.
Urinare, fare una lavanda, una doccia, o un bagno caldo dopo il rapporto sessuale riduce il rischio di gravidanze. FALSO! Le lavande, la pipì o l’acqua non fanno defluire via gli spermatozoi impedendogli di raggiungere l’ovulo e quindi non funzionano come metodo anticoncezionale. Non esiste alcun tipo di lavaggio capace di lavar via lo sperma in maniera abbastanza efficace e rapida.
Starnutire, tossire, saltellare tre volte all’indietro dopo il rapporto evita il rischio di gravidanza. FALSO! Sembra assurdo ma molti ne sono convinti. Però gli spermatozoi non possono essere rimossi con un semplice starnuto, un colpo di tosse o un salto quindi lasciate perdere!
Non si rimane incinte se si fa sesso in piedi. FALSO! Il concepimento non dipende affatto dalla posizione che si assume durante il rapporto!
La pellicola trasparente, i palloncini o (addirittura) la pelle di pollo possono essere utilizzati al posto del preservativo. FALSO! Nulla può sostituire il preservativo. Fate l’amore in modo comodo e pulito e lasciate le invenzioni e gli esperimenti ad altri momenti magari meno rischiosi in fatto di gravidanza.
La Coca Cola uccide gli spermatozoi e può essere utilizzata per lavare via lo sperma dalla vagina. FALSO! Una delle leggende sulla Coca Cola come contraccettivo narra che questa bevanda sia in grado di distruggere gli spermatozoi e che quindi possa essere utilizzata come lavanda vaginale dopo il rapporto sessuale. La Coca Cola non è e non può essere utilizzata come metodo contraccettivo. Da non sottovalutare poi i danni che questa può causare alla mucosa e al sistema riproduttivo se utilizzata come lavanda.
La pillola fa venire il cancro, fa ingrassare e aumenta il rischio di fibromi, cisti ovariche e osteoporosi. CONSULATRE IL MEDICO Alcuni sono convinti che la pillola anticoncezionale sia dannosa per la salute della donna e che abbia effetti collaterali molto pericolosi. Ne esistono molti tipi diversi con dosaggi ormonali differenti che si possono adattare alle varie necessità, stili di vita, disturbi ed eventuali patologie. Consultate il medico per maggiori informazioni e non dimenticate che la pillola è il metodo contraccettivo più efficace.
Non credete a tutto ciò che sentite dire, informatevi come potete e chiedete consiglio al medico prima di improvvisare.

Articolo tratto da wellvit.it

facebookgoogle_plus