03 apr 2015
aprile 3, 2015

Tra piacere e salute: la storia del vibratore

aprile 3, 2015 0 Comment
facebookgoogle_plus

la storia del vibratoreE’ un oggetto che incuriosisce molti, ma che a volte per pudore o per retaggi sociali non viene nemmeno preso in considerazione.
Se ci si sofferma poi a conoscerne la storia si scopre che il suo uso iniziale era a scopo puramente terapeutico per curare l’isteria femminile

  • . Il vibratore deve la sua origine a un medico inglese, Joseph Mortimer Granville che iniziò a usare l’”elettro massaggiatore portatile” (trisavolo del vibratore moderno) proprio come cura contro l’isteria.

E funzionava! Le donne si rilassavano e guarivano dal loro stato “isterico” Questo oggetto nel corso degli anni ha subito diverse evoluzioni fino ad arrivare ai giorni nostri in mille varianti .


il vibratore è uno stimolatore erotico, solitamente caratterizzato da una forma fallica, le cui vibrazioni, prodotte facendo ruotare una massa eccentrica mediante un piccolo motore in corrente continua, vengono usate per procurare piacere sessuale

  • . Se da una parte i vibratori non sono necessariamente in grado di procurare orgasmi più intensi di quelli ottenuti attraverso la semplice stimolazione manuale, dall’altra essi permettono invece di raggiungere l’orgasmo più velocemente e facilmente.

Spesso raccomandati dai sessuologi sono utilizzati anche dalle coppie per aumentare il piacere di uno o di entrambi i partner

facebookgoogle_plus