25 lug 2016
luglio 25, 2016

IL PRESERVATIVO FEMMINILE

luglio 25, 2016 0 Comment
facebookgoogle_plus

IL PRESERVATIVO FEMMINILEPoco diffuso e meno conosciuto degli altri metodi contraccettivi, il preservativo femminile è uno dei metodi anticoncezionali più sicuri e meno impegnativi per una donna. Cos’è il preservativo femminile? Il preservativo femminile è una sorta di preservativo maschile adattato alla morfologia della vagina. Protegge da eventuali gravidanze indesiderate e fornisce allo stesso tempo una barriera contro le malattie sessualmente trasmissibili.
Si tratta di una sottile guaina in poliuretano o in nitrile (materiali che evitano i problemi di allergia) lubrificata in superficie ed munita di un anello flessibile ad entrambe le estremità. L’anello interno, dal lato chiuso, serve ad inserire e a tener fermo il preservativo mentre l’anello esterno, più grande, ricopre gli organi genitali esterni. Una volta posizionato, il preservativo femminile “fodera” le pareti della vagina e riceve il pene al suo interno. Più sottile del preservativo maschile, anche il preservativo femminile è ad uso unico……


L’efficacia del preservativo femminile
Il preservativo femminile è l’unico metodo anticoncezionale femminile che permette di proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibili (herpes, epatite B, AIDS…). Può essere indossato qualche ora prima del rapporto sessuale e quindi non richiede l’approvazione del partner.
Se viene usato in modo sistematico e corretto, il Femidom è efficace nel 99,2% dei casi.
Il preservativo femminile comporta numerosi vantaggi…
- Più solido del preservativo maschile, si rompe meno facilmente.
- Può essere inserito qualche tempo prima del rapporto sessuale, quindi non c’è bisogno di interrompere i preliminari.
- Non è necessario toglierlo immediatamente dopo l’eiaculazione, quindi i momenti di intimità alla fine del rapporto possono essere prolungati.
- Più largo del preservativo maschile, non comprime il pene.
- Più sottile del preservativo maschile, permette delle sensazioni più naturali.
- Non essendo in lattice, non provoca allergie.
- Il partner maschile non è attivamente coinvolto nella contraccezione e la donna può gestire meglio la propria sessualità.
- Secondo alcune donne l’anello esterno, sfregandosi contro il clitoride, aiuta a raggiungere l’orgasmo più rapidamente.
… Ma anche qualche inconveniente
-L’uso del preservativo femminile richiede una certa pratica (si deve provare ad indossarlo tre o quattro volte prima di poterlo applicare facilmente). Si consiglia quindi di esercitarsi ad inserirlo prima di utilizzarlo per la prima volta.
- Durante il rapporto sessuale può fare rumore.
- È poco estetico: l’anello esterno è visibile e copre parte delle grandi labbra.
Dove trovare i preservativi femminili
Nelle farmacie più fornite, su Internet o nei sexy shop.

Articolo tratto da alfemminile

facebookgoogle_plus