29 apr 2015
aprile 29, 2015

QUANTO SEI FEMMINA?

aprile 29, 2015 0 Comment

QUANTO SEI FEMMINA?Innanzitutto, una buona femmina alfa sa ascoltare ed osservare; e di conseguenza sa adattarsi alle diverse situazioni senza scomodare gli altri e lamentarsi di continuo. Devi sapere quando colpire – “La calma è la virtù delle forti e la pazienza è molto sottovalutata”: una femmina alfa con le idee chiare sa bene cosa deve fare per arrivare alla meta. La vera femmina alfa non si spaventa davanti al momento giusto, ma si butta!. Vai oltre la paura.

Continua a leggere →

28 apr 2015
aprile 28, 2015

IL PUNTO G NELL’UOMO

aprile 28, 2015 0 Comment

IL PUNTO  G  NELL’UOMONell’uomo il mitico punto G è situato nei pressi dell’uretra e della prostata, all’interno del retto, sulla parete interiore, quella che separa il corpo del pene dall’ano. Insomma, non è facile da raggiungere, ma con un po’ di allenamento tutto è possibile. Se risali lentamente lungo la parete rettale e senti una piccola protuberanza, delle dimensioni di una nocciolina, quello è il punto G.

Continua a leggere →

07 apr 2015
aprile 7, 2015

FACCIAMO L’AMORE…..MA NON FRAINTENDERMI

aprile 7, 2015 0 Comment

FACCIAMO L’AMORE…..MA NON FRAINTENDERMINon parlo di carezze o di lingue che giocano, di tutta quella forza che troviamo dentro all’improvviso mentre ci muoviamo come se non facessimo altro da una vita intera.Non parlo di piacere assoluto, di qualcosa di proibito, delle mie gambe intorno al tuo bacino, dei miei piedi che si posano piano sulla tua schiena. Non parlo di quando proprio non dovresti, eppure mi tocchi e te ne freghi, né di quando diventiamo un po’ troppo erotici per il mondo e ci tocca nasconderci in camera. Non parlo di quando mi sfiori il collo, mi chiedi di avvicinarmi e mi sussurri che forse è ora di andare a fare l’amore, ché tu non ce la fai più.
Parlo solo di un bacio, di quel bacio che viene dopo qualche bacio, ogni volta che ci vediamo.
Il primo è sempre un po’ così, imbarazzato. Poi ci ritroviamo più vicini e ci baciamo di più, e mi sembra che tu entri dentro di me, tanto che forse inizio a fare qualcosa che potrà sembrare strano, e di certo quasi impercettibile: ti accolgo.
Ogni volta in cui ti vedo, dopo tutti i giorni passati lontana da te, mi apro e ti accolgo. E non sono nuda, e non arrossiscoHo voglia di far l’amore con te con un bacio, e lo so che hai capito cosa intendo, lo so.

FACCIAMO L’AMORE…..MA NON FRAINTENDERMI Non parlo di carezze o di lingue che giocano, di tutta quella forza che troviamo dentro all’improvviso mentre ci muoviamo come se non facessimo altro da una vita intera.Non parlo di piacere assoluto, di qualcosa di proibito, delle mie gambe intorno al tuo bacino, dei miei piedi che si posano piano sulla tua schiena. Non parlo di quando proprio non dovresti, eppure mi tocchi e te ne freghi, né di quando diventiamo un po’ troppo erotici per il mondo e ci tocca nasconderci in camera. Non parlo di quando mi sfiori il collo, mi chiedi di avvicinarmi e mi sussurri che forse è ora di andare a fare l’amore, ché tu non ce la fai più. Parlo solo di un bacio, di quel bacio che viene dopo qualche bacio, ogni volta che ci vediamo. Il primo è sempre un po’ così, imbarazzato. Poi ci ritroviamo più vicini e ci baciamo di più, e mi sembra che tu entri dentro di me, tanto che forse inizio a fare qualcosa che potrà sembrare strano, e di certo quasi impercettibile: ti accolgo. Ogni volta in cui ti vedo, dopo tutti i giorni passati lontana da te, mi apro e ti accolgo. E non sono nuda, e non arrossiscoHo voglia di far l’amore con te con un bacio, e lo so che hai capito cosa intendo, lo so.
Artico originale

07 apr 2015
aprile 7, 2015

Ninfomania, quando il sesso non basta mai

aprile 7, 2015 0 Comment

ninfomaniaIl bisogno continuo e mai soddisfatto di rapporti sessuali, è spesso legato al bisogno di conferme narcisistiche e da un disagio interiore che alcune donne si convincono di placare attraverso la sessualità
La parola ninfomania deriva dal greco Nymphe= sposa e Mania= mania e venne usata per la prima volta dal medico francese Bienville nel suo studio La ninfomania, ovvero trattato sul furore uterino.
Inizialmente considerata una perversione, poi una patologia a partire dal 1992 l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’ha inserita tra i disturbi dell’ipersessualità, insieme al suo corrispondente maschile, la satiriasi, per descrivere quella ricerca compulsiva e mai soddisfatta di rapporti sessuali.

Continua a leggere →

04 apr 2015
aprile 4, 2015

BUONA PASQUA

aprile 4, 2015 0 Comment

BUONA PASQUA

03 apr 2015
aprile 3, 2015

Tra piacere e salute: la storia del vibratore

aprile 3, 2015 0 Comment

la storia del vibratoreE’ un oggetto che incuriosisce molti, ma che a volte per pudore o per retaggi sociali non viene nemmeno preso in considerazione.
Se ci si sofferma poi a conoscerne la storia si scopre che il suo uso iniziale era a scopo puramente terapeutico per curare l’isteria femminile

  • . Il vibratore deve la sua origine a un medico inglese, Joseph Mortimer Granville che iniziò a usare l’”elettro massaggiatore portatile” (trisavolo del vibratore moderno) proprio come cura contro l’isteria.

E funzionava! Le donne si rilassavano e guarivano dal loro stato “isterico” Questo oggetto nel corso degli anni ha subito diverse evoluzioni fino ad arrivare ai giorni nostri in mille varianti .

Continua a leggere →