09 ott 2018
ottobre 9, 2018

LE FANTASIE SESSUALI DELLE QUARANTENNI

ottobre 9, 2018 0 Comment
facebookgoogle_plus

LE FANTASIE SESSUALI DELLE QUARANTENNIPer Sigmund Freud la forza della natura umana è dovuta principalmente alla libido che, appartenendo all’ambito dell’inconscio e non riuscendo pertanto a esprimersi nella vita reale, si esprime attraverso sogni e fantasie a carattere prevalentemente sessuale.
Ma quali sono i sogni e le fantasie dell’universo femminile.

Secondo un portale, donne di età non più giovanissima ma con un aspetto fisico ancora sessualmente appetibile, mettono al primo posto nella graduatoria delle fantasie erotiche il sesso con uomini sensibilmente più giovani di loro. Le donne mature cercano e a volte trovano uomini desiderosi di lasciarsi…….

sedurre da donne più grandi di loro, attraenti e sensuali, che hanno successo nel lavoro e che sono economicamente indipendenti.
Ma se questa fantasia diventa molto spesso realtà, vi sono poi altre fantasie quali sesso con un’altra donna, rapporti a tre, giochi di ruolo, bondage ed esibizionismo che sovente rimangono solo fantasie.
Le donne si appassionano di più all’aspetto teatrale che circonda il sesso, piuttosto che all’atto sessuale trasgressivo in sé. Hanno di queste fantasie, ma poi sono veramente poche quelle che hanno voglia di provarci sul serio. Molto più spesso capita che si tratti di esperienze mai realizzate perché una donna, dal punto di vista erotico, è più cerebrale di un uomo e quindi spazia soprattutto con la fantasia.
«Così l’esibizionismo e il bondage, le altre fantasie più ricorrenti, in molti casi non si concretizzano o rimangono solo un gioco soft. La fantasia dell’esibizionismo si concretizza spesso in un semplice spogliarello privato per il proprio uomo e il bondage in un gioco che può essere stimolante, ma che può essere anche motivo di ansia.
«Altre donne si eccitano con i giochi di ruolo, come recitare la parte di una escort. Preparano lo scenario dove muoversi, contrattano il prezzo e propongono un programma di prestazioni.

Articolo tratto da parmadaily.it

facebookgoogle_plus