17 feb 2018
febbraio 17, 2018

IL NIPPLEGASM

febbraio 17, 2018 0 Comment
facebookgoogle_plus

IL NIPPLEGASM   Il capezzolo? Può essere una inesauribile fonte di piacere sessuale. Tanto che esiste il cosiddetto nipplegasm, nuova frontiera del godimento.
La tecnica, in particolare, spopola negli Stati Uniti, la sessuologa Carl Queen spiega che per godere grazie al capezzolo servono due fattori essenziali: la capacità di eccitarsi non solo ai genitali, ma in diverse parti del corpo e la volontà di esplorare il sesso in tutte le sue forme. Insomma, il nipplegasm non è per tutti.
Dunque entra in campo lo psicologo Barry Komisaruk della Rutgers Univeristy, il quale ha pagato 100 dollari a 11 donne per sedersi ……

davanti a una macchina di scansione del cervello: stimolando il capezzolo, ha scoperto, si “accendono” le identiche zone della corteccia cerebrale attivate dalla stimolazione vaginale.
La Queen spiega che “si tratta di un riflesso neurologico a cui alcune donne sembrano inclini”.
Secondo uno studio condotto da Herbert Otto, il 29% delle donne ha affermato di aver sperimentato “l’orgasmo al seno” almeno una volta nella vita. Secondo Otto, addirittura, il nipplegasm l’orgasmo del capezzolo è la seconda forma più comune di orgasmo tra le donne.
Il nipplegasm, però, non è qualcosa che solo le donne possono provare. Dallo studio di Komisaruk, infatti, è emerso che la stimolazione del capezzolo fa accendere anche negli uomini le stesse zone che si accendono stimolando il pene.

facebookgoogle_plus